Cultura Diritti Consumi Editoriali |

Il Panettone che cambia all'Ettore Conti

Matteo Gatti
Redazione

Incontro di informazione e dialogo sul commercio equo

 

Venerdì 17 marzo. Tre volontari di Acea Onlus e Isola Solidale Aps portano il progetto “Il panettone che cambia” all’Istituto Ettore Conti di Milano per un appuntamento informativo riguardo i temi del commercio equo, su invito dei rappresentanti degli studenti nell’ambito della due giorni di co-gestione scolastica della scuola superiore. Nell’incontro  si rivela fondamentale il contributo attivo dei giovani partecipanti e delle insegnanti, integrato dall’emblematico video di Meru Herbs, sulla base del quale prosegue in un secondo momento la riflessione riguardo i cardini etici e pratici delle forme di commercio equo. Prezzo giusto, diritti dei lavoratori e rispetto dell’ambiente sono valori che, entrando in contatto con la realtà sociale ed economica, si definiscono e realizzano secondo diverse formule, e vengono variamente percepiti, apprezzati o lucidamente criticati dalla platea dei consumatori.

“Il panettone che cambia” è un progetto realizzato da Variomondo, cooperativa di commercio equo, in qualità di capofila, e da Isola Solidale Aps, associazione di promozione sociale nata nel 2015, come partner, grazie al finanziamento di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia. L’iniziativa, muovendo i primi passi nel settembre 2016, unisce ed evidenzia all’interno della tradizione dolciaria del panettone milanese due caratteri: la passione per il cibo di qualità realizzato artigianalmente e l’impegno nell’utilizzo di ingredienti provenienti dal cosiddetto fair trade, il commercio equo.

Al fine di mettere in luce la linea di continuità e i punti di contatto tra le realtà di Acea e Isola Solidale, è da sottolineare che quest’ultimo ente e la realizzazione del punto vendita presso la sede di via Federico Confalonieri 3 trovano origine a propria volta nell’alveo del progetto “Pachamama”, promosso dal capofila Acea Onlus, ente non-profit legato fin dalle origini a interessi e azioni nell’ambito di sostenibilità, consumo critico e commercio equo-solidale.

Matteo Gatti


in Consumi, 20/03/2017