Cultura Diritti Consumi Editoriali |

Vivere green e Cyclopride a Milano

Giulia Menegardo

Molte città, un solo appello per poter respirare aria più pulita.

 

 

Mai sentito parlare di “Green to Go”?
L’iniziativa promossa dalla Fiab Bassano, nasce dal connubio di “Green to Work” e “Green to School”, rispettivamente alla quinta e seconda edizione, due momenti pensati per incentivare la mobilità sostenibile.
L’invito è di prediligere mezzi alternativi all’automobile per gli spostamenti da casa al luogo di lavoro o a scuola, utilizzando la bicicletta, i mezzi pubblici o le auto condivise.

Green to Go, dall’8 al 13 maggio, è un modo per spingere le persone a prestare attenzione ai problemi ambientali e sperimentare un modo diverso di vivere la quotidianità.

L’appello per i cittadini milanesi è ormai una costante vista l’enorme affluenza di auto che ogni giorno riempiono le strade della città. Ma qualcosa sta cambiando davvero, infatti le statistiche dicono che il numero di pendolari ha raggiunto valori storici e che, finalmente, molti preferiscono utilizzare la bicicletta per spostarsi sul tessuto urbano, nonostante le piste ciclabili non siano ancora il punto forte non solo di Milano, ma dell’Italia intera.

Ognuno di noi può dare un piccolo contributo per migliorare l’aria di tutti. A questo proposito, il 13 e 14 maggio a Milano si tiene la quinta edizione del CycloPride, due giorni di incontri e attività per sensibilizzare i cittadini e vivere la città su due ruote in compagnia.

L’evento ha ufficialmente inizio alle ore 11 di sabato con il Cyclomarket e le prelibatezze del Cyclo Street Food. Se la vostra bicicletta necessita di riparazioni, cogliete l’occasione per recarvi alla Ciclofficina e, perché no, testare con i vostri piedi una delle bici pieghevoli o la comoda tecnologia delle e-bike.

Domenica alle ore 10 si parte per la pedalata di 20 chilometri lungo le strade protette dal traffico. Le iscrizioni sono gratuite e si possono fare direttamente al Village allestito in Piazza del Cannone. Inoltre, laboratori per grandi e piccini a cura di CBM Italia Onlus e la sfilata delle cargo Bike che si concluderà con un gustoso picnic.

Per chi non possiede una bicicletta, nessun problema: ci pensa Bike Mi. Perciò, non perdetevi questa bella occasione per fare la differenza. Il futuro non è qualcosa che non ci riguarda. 

Giulia Menegardo


in Consumi, 10/05/2017