via Federico Confalonieri, 3
20124, Milano
Tel: (+39) 02.84259130 02.67574323
Fax: (+39) 02.67574324
Email: consumietici@gmail.com

Servizio Volontario Europeo

 

Il Servizio Volontario Europeo è un'azione del programma "Gioventù in azione" che permette ai giovani di svolgere attività di volontariato in un paese diverso da quello di residenza per periodi che vanno da due mesi ad un anno. L'obbiettivo del programma è quello di coinvolgere i giovani, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, in un'esperienza formativa che permetta di sviluppare la curiosità, la creatività e la partecipazione attiva dei giovani e di sostenere progetti di sviluppo locale, favorendo lo scambio di esperienza pratiche di lavoro tra le organizzazioni europee che lavorano con e per i giovani. Inoltre chi partecipa avrà l'occasione di conoscere un altro Paese, un'altra cultura e un'altra lingua, essendo comunque utile alla collettività. 

IL PROGRAMMA GIOVENTU' IN AZIONE

La Commissione Europea, il Parlamento Europeo e gli Stati Membri dell'Unione europea hanno istituito congiuntamente il programma Gioventù in azione, che applica il quadro normativo a sostegno delle attività educative non formali per i giovani. Il programma è operativo dal 2007.

Il programma Gioventù in azione contribuisce in modo significativo all'acquisizione di competenze e rappresenta dunque uno strumento chiave per offrire ai giovani un'opportunità di apprendimento non formale ed informale con una dimensione europea.

Gli obbiettivi definiti sono:

  • Promuovere la cittadinanza attiva dei giovani, in generale, e la loro cittadinanza europea in particolare;
  • Sviluppare la solidarietà e promuovere la tolleranza fra giovani, in particolare per rafforzare la coesione sociale dell'Unione Europea;
  • Rafforzare la comprensione reciproca fra giovani di diversi paesi;
  • Contribuire allo sviluppo delle capacità delle organizzazione della società civile nel settore della gioventù;
  • Promuovere la cooperazione europea in materia di Politiche Giovanili;

Inoltre le priorità del programma "Gioventù in azione" sono:

  • Sensibilizzare i giovani riguardo alla loro cittadinanza europea e coinvolgeri nel dibattito sulla costruzione e sul futuro dell'Unione Europea;
  • Partecipazione dei giovani alla vita democratica;
  • Il rispetto per la varietà culturale, insieme alla lotta contro il razzismo e la xenofobia;
  • L'inserimento di govani svantaggiati, in particolare dei giovani provenienti da ambiti geografici socioeconomici o culturali svantaggiati, o dai giovani disabili.

Per raggiungere i propri obbiettivi, il programma Gioventù in azione prevede cinque azioni operative:

Gioventù per l'Europa, Servizio Volontario Europeo, Gioventù nel mondo, Strutture di sostegno per i giovani e Sostegno alla cooperazione europea nel settore della gioventù.

IL SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO è, soprattutto, un servizio di "apprendimento": attraverso un'educazione non formale i giovani volontari migliorano e/o acquisiscono competenze a vantaggio del loro sviluppo personale formativo e professionale nonchè nella loro integrazione sociale. Gli elementi dell'apprendimento consistono nella definizione comune dei risultati, processi e metodi che si attendono dalla formazione, nella certificazione delle competenze acquisite, nella partecipazione del volontario al ciclo di formazione SVE e nella fornitura costante di supporto basato sui compiti da svolgere oltre al sostegno linguistico e personale, comprese le tecniche di prevenzione e gestione della crisi.

Un'attività SVE può svolgersi in diversi settori: cultura, arti, protezione civile, ambiente, cooperazione allo sviluppo, ecc. Sono esclusi gli interventi che comportano un qualsiasi rischio e/o situzioni imediatamente successive a crisi (aiuti umanitari, aiuti immediatamente successivi a catastrofi, ecc). I volontari in ogni caso non devono sostituire dipendenti salariati.

Un'attività SVE coinvolge almeno una organizzazione d'invio, un'organizzazione ospitante, e un volontario. Un massimo di 100 volontari può partecipare ad una singola attività. 

L'attività può essere svolta individualmente o in gruppo. Un'attività SVE di gruppo permette ai volontari di partecipare collettivamente all'attività volontaria a livello locale, regionale, nazionale, europeo o internazionale e di trarre beneficio dalle esperienze di apprendimento individuali e di gruppo. Le attività SVE di gruppo sono state sviluppate per rafforzare ulteriolmente l'impatto, l'accessibilità, l'efficacia e la visibilità dello SVE.

COSA NON E' SVE

  • Non è volontariato occasionale, non strutturato, a tempo parziale;
  • Non è un tirocinio d'impresa in una ONG;
  • Non è un lavoro retribuito e non deve sostituire i lavori retribuiti;
  • Non è un'attività ricreativa o turistica;
  • Non è sfruttamento di mano d'opera economica;
  • Non è un periodo di studio o di formazione professionale all'estero.

CHI PUO' INVIARE ED OSPITARE VOLONTARI SVE?

  • Un'organizzazione o un'associazione senza scopo di lucro costituita legalmente in un paese partecipante al programma o in un altro paese partner;
  • Un'autorità locale, regionale o nazionale di un paese partecipante al programma o di un paese partner;
  • Un'organizzazione governativa internazionale istituita in un paese partecipante al programma o in un paese partner.

LE ORGANIZZAZIONI D'INVIO E DI ACCOGLIENZA

Ogni progetto prevede una partnership tra volontario, organizzazione d'invio, organizzazione di accoglienza ed un'organizzazione coordinatrice che può essere l'organizzazione d'invio o quella ospitante. L'organizzazion d'invio e quella di accoglienza sono organizzazioni non governative, associazioni , enti o iniziative locali senza scopo di lucro. Le organizzazione d'invio e di accoglienza ti permettono di partecipare al programma sostenendoti in tutte le sue fasi. 

L'organizzazione d'invio ha il compito di svolgere le seguenti attività:

  • Selezionare il volontario e verificare la sua idoneità al servizio;
  • Preparare il volontario alla partenza;
  • Stipulare la copertura assicurativa per tutta la durata della permanenza all'estero del volontario;
  • Contattare il partner d'accoglienza e il volontario durante il progetto al fine di gestire e prevenire eventuali crise di inserimento;
  • Valutare i risultati del progetto per favorire il reinserimento del volontario al suo ritorno.

L'organizzazione di accoglienza ha il compito di svolgere le seguenti attività:

  • Supportare il volontario, per evitare e superare ogni tipo di difficoltà che il giovane può incontrare;
  • Affiancare il volontario con un tutor che è direttamente responsabile del supporto linguistico e pedagogico;
  • Favorire l'inserimento del volontario;
  • Fornire vitto e alloggio;
  • Assicurare un pocket money mensile stabilito dalla Commissione Europea;
  • Valorizzare le competenze acquisite durante il servizio.

CHI PUO' PARTECIPARE?

Il Servizio Volontario Europeo è aperto a tutti i giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni che sono legalmente residenti in un paese partecipante al programma o in un paese partner. La nazionalità, il livello di formazione e l'origine sociale non hanno alcuna importanza. La sola condizione è di mettersi al servizio di un progetto locale, per una durata compresa mediamente tra i 6 e i 12 mesi. 

Alcune attività di inserimento sono aperte ai giovani disabili di 16-30 anni, a condizione che siano assicurati preparazione, accompagnamento e follow-up qualificati e personalizzati. 

QUANTO PUO' DURARE UN PROGETTO?

La durata di un progetto SVE non può superare i 24 mesi, comprese la preparazione, la valutazione/follow up. L'attività SVE svolta all'estero ha una durata globale massima di 12 mese (escluse la preparazione e la valutazione). Nel caso di attività mirate al coinvolgimento di giovani volontari svantaggiati e di attività di gruppo, se debitamente giustificata, è ammessa anche la durata minima di 2 settimane. 

COSA VIENE GARANTITO AL VOLONTARIO il progetto copre:

  • Vitto e Alloggio al 100%;
  • Volo A/R al 90%;
  • Spese di trasporto, dall'abitazione al luogo di lavoro, al 100%;
  • Un pocket money mensile, che varia in base a dove il progetto si svolge. L'indennità per il volontario è concepita in modo da aiutare il volontario a sostenere alcune spese personali supplementari durante il soggiorno all'estero;
  • Copertura assicurativa;
  • Corso di lingua;
  • Al volontario verrà assegnato un TUTOR. Questa persona, scelta dall'organizzazione ospitante, si incarica del sostegno personale e facilita l'integrazione nella comunità locale. Il tutor è anche la persona di riferimento in caso di problemi con l'organizzazione ospitante.

YOUTHPASS

Ogni volontario ha diritto al rilascio di uno Youthpass, che descrive e convalida l'esperienza di apprendimento non formale. Questo documento può essere un notevole vantaggio per il futuro percorso formativo o professionale del volontario. Attraverso questo documento la Commissione Europea certifica che l'attività di volontariato è riconosciuta come un'esperienza d'istruzione nonchè come periodo di apprendimento non formale e di apprendimento informale. Il rapporto sui risultati conseguiti è firmato da entrambi e consegnato al volontario direttamente alla fine dell'attività di volontariato svolta all'estero.

COSA BISOGNA FARE PER PARTECIPARE AD UN PROGETTO SVE?

I giovani interessati a partecipare a questo percorso potranno mettersi in contatto con noi o cone le altre Associazioni accreditate per l'invio, l'ospitalità o il coordinamento di un progetto SVE, tramite il database europeo http://ec.europa.eu/youth/evs/aod/hei_en.cfm

Verranno fornite tutte le informazioni necessarie ed il supporto di cui il volontario avrà bisogno nella fase preliminare e conclusiva del progetto, nonchè in tutto il periodo di permanenza all'estero.